Cambiamento climatico: entro il 2050 un flagello di inondazioni

Cambiamento climatico: entro il 2050 un flagello di inondazioni

E’ davvero il cambiamento climatico il nemico numero uno dell’umanità? Sempre più studi chiariscono e studiano il fenomeno e non promettono nulla di buono: entro il 2050 l’Europa sarà flagellata da alluvioni molto intense.Le alluvioni che hanno flagellato mezza Italia? Dovremo farci l’abitudine. E le piogge torrenziali? Solo un antipasto di quel che potrà accadere con il cambiamento climatico. Lo rivela il più imponente studio sul rischio idrogeologico in Europa, pubblicato su “Nature Climate Change». L’hanno coordinato 
i ricercatori dell’Institute for Environmental Studies di Amsterdam che, per la prima volta, hanno studiato il sistema fluviale del continente europeo 
nel suo complesso, scoprendo 
che il rischio di inondazioni catastrofiche è sottovalutato. A causa dei cambiamenti climatici, entro la metà del secolo il numero di alluvioni raddoppierà. 
E le più violente diventeranno frequenti.È ormai chiaro infatti che il calore che si accumula nell’atmosfera, come 
in una pentola a pressione, trova sfogo negli eventi estremi che sconquassano il pianeta. E così, anche in Italia dovremo abituarci a un’altalena di alluvioni e siccità. Il conto dei danni sarà salato. In Europa i costi annuali delle alluvioni sono destinati a quintuplicare, passando dai quasi 5 miliardi di euro odierni a oltre 23 miliardi nel 2050.Anche in Arabia Saudita si fanno i conti con il cambiamento climatico. Forti allagamenti hanno prodotto uno scenario più unico che raro, sopratutto dove le grandinate hanno imbiancato le lande desolate della penisola. La sabbia mista ad acqua si è trasformata in uno strato di fango rendendo difficile il cammino dei cammelli e dei dromedari, i mezzi di trasporto più usati nel deserto. Una situazione aggravata dalle caratteristiche del terreno che nell’area non è per nulla abituato ad assorbire grandi quantità di acqua che quindi ristagna in superficie o si incanala in veri e propri fiumi di fango.Oltre 96 millimetri di pioggia in poche ore hanno messo in ginocchio Kuwait City, la capitale del piccolo stato del Kuwait lungo le coste del Golfo Persico. Una condizione che ha spinto le autorità a chiudere l’aeroporto, per le scarse condizioni di visibilità, dirottando i voli verso il vicino Bahrain. Tutti gli edifici pubblici sono rimasti chiusi mentre diverse scuole hanno subito pesanti allagamenti. Difficile la situazione anche nell’Iran sud occidentale dove, nelle aree più alte, si temono frane e smottamenti

Continua a leggere...

Fonte nibiru2012

La cripta dei Cappuccini a Roma in via Veneto

La cripta dei Cappuccini a Roma in via Veneto

La , nella centralissima, si trova la chiesa di : apparentemente una delle tante splendide chiese barocche della capitale, ma nella...

Continua a leggere...

Fonte goticomania

L’attività sismica è strettamente correlata alle fasi lunari

Su Repubblica.it in un'intervista il famoso Giuliani afferma:"L'attività sismica è strettamente correlata alle fasi lunari. In particolare quest'anno il...

Continua a leggere...

Fonte nibiru2012

Disclosure JFK: attese le rivelazioni

Disclosure JFK: attese le rivelazioni

La disclosure su JFK attesa da 25 anni finisce in rete con più di 4000 file. All’interno dell’articolo tutti i...

Continua a leggere...

Fonte nibiru2012

Cleopatra: l’ultima regina d’Egitto

Cleopatra: l’ultima regina d’Egitto

Complimenti! Articolo veramente interessante…Ale RugoloGrazie! Il mio collega Giampiero è innamorato della civiltà egizia 🙂Confermo quanto detto prima da Isabel...

Continua a leggere...

Fonte storiedistoria

I barbari alle porte: l’epoca delle invasioni che sovvertì l’impero – Andrea Santoro

I barbari alle porte: l’epoca delle invasioni che sovvertì l’impero – Andrea Santoro

  ...

Continua a leggere...

Fonte storiedistoria

Il Tatzelwurm

Il Tatzelwurm

Il Tatzelwurm è una creatura leggendaria dell’arco alpino, descritta come un lucertolone con quattro o due sole zampe, la coda...

Continua a leggere...

Fonte legendareum


   			È tempo di accettare che Gesù di Nazareth fosse nero? Ecco il vero volto di Gesù

È tempo di accettare che Gesù di Nazareth fosse nero? Ecco il vero volto di Gesù

Alla fine, non ha nemmeno importanza. Se , ma parlando in un contesto storico, forse era il momento di chiedere che...

Continua a leggere...

Fonte ufoalieni.it

La febbre del Sistema Solare

fonte:{mos_fb_discuss:2}     ...

Continua a leggere...

Fonte nibiru2012

Baccarini: Uteri artificiali nel Mahabharata

Baccarini: Uteri artificiali nel Mahabharata

Dall’antica India al mondo moderno la tecnologia per dare nutrimento e far sviluppare i feti in modo artificiale. Lo scrittore...

Continua a leggere...

Fonte nibiru2012